toma frio

Nella cultura anglosassone i -100 °F (-73,3 °C) rappresentano il limite sotto cui si catalogano gli eventi salienti del Polo Sud geografico, il luogo dove sorge la base americana Amundsen-Scott, la più importante dell’Antartide non solo per l’unicità della posizione geografica e, quindi, delle vicende astronomiche e fisico atmosferiche cui è soggetta, ma pure per la continuità del suo archivio, il solo completo dal gennaio 1957 in poi in tutto il Plateau Antartico.

Proprio le particolarità dell’inverno 2007 che, dopo un esordio nettamente sotto media, ha fatto segnare una lunga fase di temperature anomale, aveva fatto temere una replica del 1964, l’unica stagione in cui, al Polo Sud, non si registrarono valori inferiori ai -100 °F (la minima, il 3 settembre di quell’anno, fu di -72,8 °C ovvero -99,0 °F). Tale possibilità è stata scongiurata il 2 settembre, quando il termometro ha raggiunto i -73,4 °C (-100,1 °F), in un semestre invernale avaro di dati inferiori ai -70 °C.

Secondo un grafico probabilistico, basato sull’archivio 1957-2006, ad Amundsen-Scott la possibilità di raggiungere i -100 °F è circa del 99% l’1 luglio; cade al 50% l’8 settembre e si azzera il 29 settembre.

Stante tale situazione, l’eccezionalità delle temperature occorse a inizio ottobre (di stampo prettamente invernale ma, per il calendario, già nella stagione di transizione primaverile) è ancor più degna di nota. Il record assoluto del mese, il 4 ottobre, con -72,0 °C è stato seguito, il giorno 5, da una minima di -70,9 °C: mai, in data così tarda, era accaduto di registrare un valore inferiore ai -70 °C, poiché il limite precedente era di -69,3 °C (5 ottobre 1986).

Il quadro cronologico dei -70 °C a ottobre, pertanto, si aggiorna così:
3 ottobre 1977 -70,0 °C
4 ottobre 1977 -70,6 °C
2 ottobre 1980 -70,1 °C
1 ottobre 1983 -71,1 °C
3 ottobre 2001 -70,0 °C
2 ottobre 2005 -70,4 °C
3 ottobre 2005 -71,3 °C
4 ottobre 2007 -72,0 °C
5 ottobre 2007 -70,9 °C